Fb Top

10.11.2015

Intervista con il designer della penna Q1, Gàbor Megyeri

Dopo l’annuncio avvenuto durante Baselworld a Marzo 2015, Montegrappa ha recentemente rilasciato la nuova e innovativa penna stilografica Q1, dopo oltre 2 anni di ricerche che hanno portato al primo brevetto industriale per la prima penna stilografica multi cartuccia. Fatta di puro, super resistente titanio, pelle italiana, acciaio resistente alla corrosione anti macchia per le parti interne, la principale innovazione della Q1 é che permette agli scrittori di cambiare in qualsiasi momento la cartuccia del colore con una semplice mossa.
Con solo 100 unità in produzione, la Q1 é il più avanzato e esclusivo strumento di scrittura che Montegrappa ha mai prodotto. La penna entra a far parte delle penne da collezionisti di culto che porta il nome “Cult Collection”, dando la possibilita’ ai collezionisti e gli affezionati di penne stilografiche di avere un pezzo di storia per quanto riguarda gli strumenti di scrittura.
Per farvi capire meglio la creazione e il design dietro alla Q1, abbiamo chiesto al designer, Gábor Megyeri, di spiegarci le sue motivazioni e ispirazioni che lo hanno portato a questa idea.
Come ti é venuta l’idea di creare una penna stilografica multi-cartuccia?
Il progetto Q1 é stato il mio primo per Montegrappa. Mi dicevo, “il primo deve essere speciale”, ma ogni strumento per la scrittura di Montegrappa é speciale a modo suo.
Giuseppe Aquila, il CEO di Montegrappa, mi diede delle istruzioni molto chiare. Voleva vedere qualcosa di totalmente nuovo, che non era mai esistito prima. Dopo molti studi e ricerche, mi é venuta l’idea di quella che poi sarebbe stata la Q1. Il concetto suonava semplice e interessante: Una penna stilografica con sistema rotante a quattro cartucce. Dare la possibilità al proprietario di cambiare il colore dell’inchiostro mentre scrive con un gesto semplice é fantastico, ma abbiamo dovuto anche usare delle cartucce già in commercio, o comunque simili. Il risultato, é la penna con il più grande serbatoio d’inchiostro di sempre, cosa che risolve un problema comune per chi usa le penne stilografiche, visto che solitamente le cartucce finiscono in un periodo di tempo limitato.
C’è un’altra parte del concept che é veramente importante per me. Amo rendere partecipe il proprietario nell’uso – e la Q1 non é solo una “penna”. L’acquirente troverà anche degli accessori nella scatola speciale, grazie alla quale l’uso dello strumento da scrittura potrà essere sperimentato veramente.
Penso che la Q1 sia un oggetto che risveglia emozioni al primo sguardo e che le renderà ancora più profonde mentre ne scoprirete i dettagli.

Qual é stata l’ispirazione che ti ha portato a creare il design della Q1?
Dopo che il concept era pronto, sapevo che avevamo bisogno di un design speciale per questo spettacolare strumento di scrittura. Il segreto di questa penna, é nei suoi dettagli. La fredda, pettinata, superfice metallica, l’apertura del tappo piena della migliore pelle italiana, la dettagliata soluzione meccanica dalla punta del tappo, alla fine della penna, la texture che la percorre con le sue uniche incisioni, hanno tutte lo stesso scopo: Dare il look giusto per questo eccezionale strumento da scrittura. Volevo aggiungere, da quando ho iniziato a progettare questa penna, un tocco minimalistico al design. Dalla prima volta che vedrete il prodotto, capirete subito le sue funzioni. La chiusura con le baionette e ogni funzione, visibile e si capisce all’istante. La Q1 é, in un modo veramente speciale, simile ad un’arma/pistola : minimalista, con delle forme che comunicano la funzione. Questa é stata la mia principale forma d’ispirazione.
Quali sono state le piu’ grandi difficolta’ nella ricerca e nel processo di creazione?
La dimensione della Q1 e’ piuttosto consistente. Ovviamente, sin dall’inizio parlando di uno strumento di scrittura Montegrappa, dovevo pensare a qualcosa di ergonomico e funzionale. E’ stato un grande vantaggio, anche durante la fase di design, quello di poter tenere tutte le funzioni del concept, ma anche di creare uno strumento facile da usare.
La grandezza e la forma dell’impugnatura é comoda, e avendo usato il titanio come materiale principale é davvero facile da usare per scrivere.
La parte più avanzata del prodotto è sicuramente il suo speciale alimentatore e il sistema di tubi. Visto che l’inchiostro non scende perpendicolarmente nella Q1, grazie alle quattro cartucce, il dipartimento ingegneristico si é trovato di fronte ad una grande sfida con la costruzione del sistema. Ci sono voluti 2-3 anni per sviluppare tutti i dettagli e il capillare sistema di ventilazione aerea nel microscopico tubo per l’inchiostro.
Clicca qui per visitare la pagia della Q1 su Montegrappa. Per vedere le funzioni della penna, guarda il video qui: