Fb Top
ISPMN_SE

Memory Pen

Bassano Del Grappa : Grazie per i Ricordi

La creazione più cerebrale della Montegrappa, la Brain Pen, ha sfidato i designer della società come nessun’altra prima d’allora: come incarnare l’essenza del più complesso organo del nostro corpo in uno strumento per la scrittura da tenere in una mano? Il successo di questa penna è stato talmente vasto da portare al concepimento della sua gemella per completare l’opera e raffigurare nella sua interezza lo scrigno della nostra mente e della nostra personalità. Montegrappa è orgogliosa di presentare la sua Memory Pen.

SELEZIONA TIPOLOGIA

SELEZIONA VARIANTI

DISPONIBILE PER GRADI DI SCRITTURA

F
M
B

CARATTERISTICHE

Materiali: celluloide, argento 925
Pennino: oro 18k
Packaging: speciale
Sistema di caricamento: pistone
 

Memory Pen

Il principale collaboratore ed ispiratore della Montegrappa è, ancora una volta , il dott. Richard Restak, autore del libro che accompagna ogni Memory Pen. La volontà di rappresentare visivamente i concetti espressi nella sua opera si è concretizzata in una penna in cui ogni elemento - dalla struttura della superficie alla scelta del materiale, del colore e delle incisioni - ha un significato specifico.

La Memory Pen è affascinante quanto l’argomento che ha portato alla sua creazione. Viene prodotta in celluloide giallo perlato - il giallo è il colore da sempre più associato alla memoria - con parti in oro 18k o argento sterling.
Sul fusto vi sono tre settori a rappresentare i diversi tipi di memoria a lungo termine, ovvero:
Memoria Episodica: custodisce eventi verificatisi in momenti o luoghi specifici, come una nascita o un matrimonio;
Memoria Semantica: memorizza concetti di cultura generale, per esempio "Dove è Roma?";
Memoria Procedurale: conserva informazioni relative a competenze che non implicano parole o abilità linguistiche, come la danza.

All’interno di questi settori sono elegantemente racchiusi i tre Sigilli della Memoria di Giordano Bruno, un maestro della memoria del XVI secolo. Forme triangolari sono incise sugli anelli metallici che cadenzano il decoro del fusto: con l'apice del triangolo rivolto verso il basso rappresentano la scrittura di nuovi ricordi, mentre con l'apice rivolto verso l'alto, il richiamo di vecchie memorie.

Sul lato del fusto la tripartizione richiama il passato, il presente e il futuro. Il settore centrale rappresenta il presente da cui per mezzo della memoria si guarda indietro al passato - il primo vano procedendo verso l'alto dal pennino. Dopo aver incorporato il passato nel presente attraverso la memoria, ci si proietta nel futuro - il settore più lontano dal pennino - attraverso l’immaginazione, che è strettamente correlata alla memoria, come Aristotele stesso aveva per primo evidenziato. Solo gli esseri umani sono in grado di integrare queste tre dimensioni del tempo per elaborare il futuro a lungo termine.

Completa questa rappresentazione visiva della memoria il cappuccio della penna, sul quale i sette anelli inferiori rappresentano il numero medio massimo di elementi che possono essere memorizzati alla volta. I cinque anelli superiori, invece, richiamano i cinque sensi sulla base dei quali vengono create tutte le memorie. Le colonne in acciaio satinato, perpendicolari ai sette anelli inferiori, simboleggiano il flusso bidirezionale di informazioni necessario alla creazione o al richiamo di memorie, mentre la rete neurale - la base della creazione e dell’immagazzinamento delle memorie - è raffigurata da un motivo inciso sulla parte metallica di fusto e cappuccio.

La clip da taschino, a forma di cavalluccio marino (Hippocampus), richiama l’ippocampo e l’amigdala, due strutture importanti nelle fasi iniziali di creazione di memorie, con dettagli in acciaio satinato ad indicare la comunicazione tra queste parti del cervello. Un ippocampo è inciso anche sul pennino, come nella Brain Pen.

L’edizione della Memory Pen è limitata a 300 esemplari in argento sia per la penna stilografica che per la rollerball, a simboleggiare l'onda elettrica P300 prodotta dal cervello e strettamente correlata alle capacità mnemoniche e all’intelligenza. La versione in oro massiccio viene offerta in una serie di 20 esemplari sia di stilografica che di rollerball, numero associato ad un sistema per testare la memoria.

Il “peg memory system”, molto antico e tuttora efficace, è costituito da una serie di parole con suono simile ai numeri da 1 a 20. Ogni numero è associato ad una singola parola con la quale fa rima ed è richiamato alla memoria immaginando visivamente quella stessa parola. In inglese, il numero "1" è ricordato immaginando un panino (“bun”) grazie alla rima: “one - bun”. Il numero "2" si ricorda attraverso l'immagine di una scarpa (“shoe”) , che fa rima con "2" (“two”), mentre il numero "3" è evocato dalla parola "albero" (“tree”), che rima con "3" (“three”). E così via per tutti i numeri da 1 a 20.